ADI Bari, tornano le Vele della Vita

"Le Vele della Vita", le gite in barca dell’Assistenza Domiciliare Integrata Auxilium di Bari per persone affette da SLA e da altre malattie complesse, sono tornate.

La felicità è salpata: è il pensiero che suscita la foto di Andrea, 11 anni, emozionatissimo, mentre è al timone e realizza il suo sogno di pilotare una barca. Grazie a Le Vele della Vita, questo stupendo progetto promosso dalla ASL di Bari, dalla cooperativa Auxilium e dall’Associazione ConSLAncio, Andrea, Nicolas, Salvatore, Ketty e Mauro, dei quali ci prendiamo cura con l’Assistenza Domiciliare Integrata, hanno goduto del mare e della bellezza di navigarlo con la delicatezza di una vela, insieme ai loro cari. Le Vele della Vita, le gite in barca per persone affette da SLA e da altre malattie complesse, sono tornate: lo scorso anno donarono meraviglia e gioia, emozioni che sono state rivissute anche in questa occasione, come fosse la prima volta, fin dal mattino, quando gli operatori Auxilium e la coordinatrice Michela Spennacchio sono andati a prendere a casa i loro pazienti e, poi, sono salpati insieme al dottor Felice Spaccavento, con il suo team dell’Unità di Fragilità e Complessità della ASL Bari, e insieme all’Associazione conSLAncio, con la vicepresidente Lalla Desiderato e la sua collaboratrice Grazia Santoruvo. Ma le gite in barca a vela per i pazienti complessi dell’ADI sono rese possibili anche dalla grande collaborazione con il Comando del Porto di Bari, con l’Associazione A Vele Spiegate, che ha messo a disposizione le imbarcazioni, e con il Comune di Bari e l’Assessorato al Welfare, guidato da Francesca Bottalico. Racconta Michela Spennacchio: “Crediamo nella possibilità di migliorare la qualità di vita delle persone malate e il loro rapporto con il mondo, di curare a casa, ma anche all’aperto. Le Vele della Vita dimostrano che nulla è impossibile quando ci si mette insieme per aiutare i più fragili”. Sta crescendo, infatti, una grande rete di amicizia sociale intorno a questo esempio straordinario di umanizzazione delle cure, grazie al quale pazienti che non uscivano di casa da anni, a causa delle loro condizioni di salute, possono vivere una giornata in mare insieme ai loro cari. O, come nel caso di Andrea, realizzare un loro piccolo sogno. GUARDA IL VIDEO TGR PUGLIA