Costruttori di umanità. La Festa di Avvenire in Basilicata

La Festa di Avvenire torna in Basilicata per il sesto anno consecutivo. Tre appuntamenti in piazza San Francesco, a Matera, per capire il nostro presente.
Inizia la Festa di Avvenire in Basilicata, tre imperdibili appuntamenti in Piazza San Francesco a Matera per capire il nostro presente.
Uno spazio di dialogo con tante personalità autorevoli per non rassegnarsi alla logica della guerra, per affrontare l’attuale crisi dell’energia senza rinunciare alla transizione ecologica, per accendere i riflettori sulle testimonianze di chi opera per la Pace, per parlare di medicina e salute guardando ad alcune esperienze italiane d’eccellenza, famose in tutto il Mondo.
Tre serate nell’impareggiabile scenario dei Sassi di Matera, per rimettere al centro l’aspetto umano e lanciare un grande messaggio all’Italia e all’Europa, insieme al cardinale Mauro Gambetti, a Claudio Descalzi, Marco Impagliazzo, Marco Tarquinio, Simonetta Gola Strada, padre Enzo Fortunato, Mariella Enoc, Lucia Aleotti, Pier Giuseppe Pelicci.
Ad introdurre la prima serata La Festa di Avvenire – che è promossa dal quotidiano dei vescovi italiani, dalla Conferenza episcopale della Basilicata e dall’Associazione Giovane Europa – sarà monsignor Vincenzo Orofino, mentre l’ultima sarà aperta dal vescovo della diocesi che ospita l’evento, monsignor Pino Caiazzo.
Quest’anno un grande sorpresa chiuderà la Festa di Avvenire: il violoncellista Stjepan Hauser, star assoluta della musica classica e famoso in tutto il mondo, salirà sul palco per eseguire alcuni brani del suo repertorio. Uno straordinario omaggio alla Basilicata, al Mezzogiorno, all’Italia e a tutti coloro che vogliono impegnarsi nel costruire umanità.
Potrete seguire la diretta Facebook della Festa di Avvenire direttamente sulla nostra pagina: clicca qui
Immagini