A Maratea, la Festa di Avvenire

La Festa di Avvenire a Maratea è stata un grande successo. In piazza Sisinni sono intervenuti il Vescovo Vincenzo Orofino, il Cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della CEI, Fabio Lazzerini, AD ITA, e Marco Tarquinio, direttore di Avvenire. A moderare il dialogo c’era il giornalista di Avvenire Vito Salinaro.
La Festa di Avvenire in Basilicata anche quest’anno è stata un grande successo. La serata di Maratea – divenuta un’iniziativa culturale punto di riferimento per il Mezzogiorno  e la Basilicata – ha fatto riflettere ed emozionare, interpellando il cuore, la mente e la responsabilità di ognuno.
“Tra la terra e il cielo: il futuro dell’Italia” è stato il tema sul quale hanno dialogato – dopo il saluto del sindaco di Maratea Daniele Stoppelli e l’introduzione del Vescovo Vincenzo Orofino – il Cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della CEI, Fabio Lazzerini, amministratore delegato ITA, e Marco Tarquinio, direttore di Avvenire. A moderare il dialogo c’era il giornalista di Avvenire Vito Salinaro.
Un dialogo profondo, aperto e pieno di suggestioni, nel quale è emersa la consapevolezza che in questo momento storico servono idee, valori e motivazioni forti.
“Non è possibile rinascere ripiegati su se stessi. É la novità della nostra vita la promessa per il futuro dell’Italia” ha detto monsignor Orofino. Il Presidente della CEI ha commosso la piazza raccontando il periodo nel quale è stato ricoverato nei reparti di terapia intensiva Covid, ma soprattutto ha saputo creare un parallelo molto concreto tra la mancanza di aria che aveva sofferto in quei mesi d’ospedale e una società che soffoca senza il respiro della solidarietà: “La pandemia ci ha insegnato quanto siamo fragili, quanto è bella ma fragile l’Italia. Quando ero malato riflettevo sul fatto che ciò che mi pesava di più non erano i peccati, ma le cose non fatte. Una volta guarito si sente che il bene della vita ritrovato può diventare occasione di bene per gli altri, per questo oggi non possiamo ignorare cosa sta accadendo nel Mediterraneo, dove nei primi mesi di quest’anno sono quadruplicati i migranti morti rispetto allo stesso periodo nel 2020”.
Molto atteso l’intervento dell’AD di Italia Trasporti Aerei Fabio Lazzerini, che deve raccogliere l’eredità di un brand storico ma in perenne crisi come Alitalia, per crearne uno competitivo che dia nuove ali al nostro Paese. Lazzerini parlando di ITA ha tracciato un percorso che può valere per tutti: mettere a frutto il proprio talento e provare strade nuove, con piani industriali più sostenibili per l’ambiente.
Marco Tarquinio ha affrontato un tema molto sentito in questo periodo, quello di come i media stanno affrontando e raccontando la pandemia: “Chi ha cercato in modo spasmodico la controversia per creare scalpore o ha dato spazio a opinioni palesemente false per fini propri, ha avvelenato l’informazione e danneggiato tutti i cittadini. Ad Avvenire abbiamo cercato ogni giorno di entrare nella vita concreta della gente, di guardare avanti, mostrando cosa si stava preparando e quali erano gli strumenti a disposizione per combattere la guerra comune contro la pandemia”.
Angelo Chiorazzo è intervenuto ringraziando il cardinale Bassetti “per la lezione di umanità che ci ha dato in questi anni e il vescovo Orofino, che ci stimola sempre a migliorare”. Chiorazzo ha ringraziato anche Fabio Lazzerini “uno dei più grandi manager di questo Paese, che ha già una storia di grande successo nel settore del trasporto aereo”, le banche cooperative e il direttore di Avvenire Marco Tarquinio “con la promessa di realizzare insieme la Festa di Avvenire anche il prossimo anno”.
GUARDA I VIDEO:
LA SERATA
TG3 BASILICATA
TRM
TRM, IL CARDINALE BASSETTI CON AUXILIUM
INTERVISTA CARDINAL BASSETTI
INTERVISTA FABIO LAZZERINI
INTERVISTA MARCO TARQUINIO
Immagini
Allegati
Download: Avvenire - 27.07.2021
Download: La Nuova del Sud - 27.07.2021