A canestro per la libertà, Enes Kanter visita la sede Auxilium di Roma

La graditissima visita del campione dell’NBA Enes Freedom Kanter nella sede Auxilium di Roma.
Nella sede Auxilium di Roma una visita graditissima del campione dell’NBA Enes Freedom Kanter.
Enes Kanter è un ragazzo turco straordinario, che si è sempre battuto per i diritti umani. L’aver preso posizione contro la politica di Erdogan gli è costata la cittadinanza turca (ha ottenuto la cittadinanza USA, scegliendo il nome Freedom), mentre il padre ha subito anni di carcere. Enes Kanter è candidato al premio Nobel per la Pace, ma per le sue critiche pubbliche al Governo cinese sulla repressione nel Tibet, forse non potrà continuare a giocare nel massimo campionato di Basket del Mondo, l’NBA.
“Anche per questo suo coraggio è stato un onore averlo nostro ospite“, afferma Angelo Chiorazzo fondatore della Cooperativa Auxilium, “ed è stato emozionante dialogare con lui e raccontargli il nostro lavoro a favore di chi ha bisogno. Inoltre Enes Freedom Kanter, che ha una grande ammirazione per Papa Francesco, ha ascoltato con molto interesse il racconto di tre nostri operatori, Akram Zubaydi, Ahmad Taha e William Barry, che lavorano nelle Case Famiglia del Protettorato San Giuseppe di Roma. Tutti e tre furono costretti a lasciare il Paese dove erano nati, ma oggi, anche grazie all’esperienza in Auxilium sono integrati in Italia”.
Immagini
Allegati
Download: Avvenire - 02.06.2022