Plauso all’ ADI e Auxilium per l’assistenza domiciliare

L’articolo de Il Giornale d’Italia in cui si parla dell’ottimo lavoro svolto dall’Assistenza Domiciliare Integrata Auxilium durante la pandemia di Covid-19.

Nel corso del periodo più buio della pandemia di Covid ,con popolazione rintanata nelle proprie case ,la regione Basilicata ha brillato per il proprio contributo nel consentire ad Enti meritori di fornire una capillare e puntuale assistenza sanitaria a malati anziani e bisognosi. Ci riferiamo alla attività dell’ADI (Assistenza domiciliare integrata),che con la necessaria collaborazione della cooperativa Auxilium ,già nota in tutta Europa come “modello Venosa”, ha scritto importanti pagine di efficienza assistenziale .”Riceviamo, riconoscimenti e grandi esternazioni di gratitudine rivolti da assistiti in particolare verso singoli operatori ,quali la dottoressa Maria Renzullo, geriatra dell’ADI ed il signor Nazareno Catalano infermiere della Cooperativa Auxilium, i quali, nell’ambito della loro attività istituzionale si sono profusi con grande umanità e sensibilità in un’opera meritoria di assistenza domiciliare. Ci viene altresì ,segnalata la costante attenzione e presenza in tale attività del medico di base dott. Vittorio Zambella. In un panorama che spesso deve segnalare inefficienze ed errori ,le testimonianze dirette ci rassicurano che esistono anche realtà inaspettate in cui la sinergia fra competenze e territorio offrono un ristoro ed una vicinanza ai sofferenti che ,forse si erano dimenticati.”

Immagini