L’ADI della Basilicata prima in Italia nel prendersi cura dei pazienti complessi e gravi

L’articolo de La Nuova del Sud sull’Assistenza Domiciliare Integrata in Basilicata, prima in Italia.

Nell’indagine “Long Term Care in Italia 2021”, resa pubblica da Italia Longeva il 23 novembre scorso, l’ADI della Basilicata (gestita dalla Cooperativa Auxilium sotto il governo clinico dell’ASP e dell’ASM) risulta l’unica in Italia ad avere più del 30 per cento dei propri pazienti nell’area critica e nell’area delle cure palliative, settori dove è richiesta un’intensità assistenziale massima.  I dati ci dicono che l’ADI della Basilicata sta dimostrando come sia possibile gestire a casa il paziente di area critica (un malato oncologico grave ad esempio) senza ricorrere all’ospedale, se non per terapie o esami radiologici programmati.

Pietro Chiorazzo Presidente della Cooperativa Auxilium: “Il PNRR e la prossima riforma del Sistema Sanitario Nazionale puntano in gran parte sull’assistenza territoriale e sul potenziamento dell’ADI, perché è cresciuta la consapevolezza che solo la medicina di prossimità può rispondere ai bisogni reali delle persone. In questo contesto il modello della Basilicata, riconosciuto tra i migliori in Europa e basato su una riuscita partnership pubblico-privato, può essere una fonte di ispirazione per l’intero servizio di Assistenza Domiciliare Integrata in Italia”.

Immagini
Allegati
Download: La Nuova del Sud - 30.11.2021