Corriere della Sera: l’amore oltre la malattia

Buone Notizie (lo spazio del Corriere della Sera dedicato all’impresa del bene) ha raccontato la storia commovente di Marida e Vito, convolati a nozze negli ultimi giorni di vita di lei, con accanto l’equipe dell’Assistenza Domiciliare Integrata Auxilium.

«Ecco i miei angeli». Marida ha accolto così i pochi ospiti in casa sua nel giorno delle nozze. In casa, certo, perché le sue condizioni di salute non le hanno permesso altra scelta. Era molto malata Marisa. E quel cancro che aveva combattuto a lungo se l’è portata via qualche giorno dopo le nozze con Vito, il suo compagno di una vita. Si è spenta il 28 gennaio. Neanche una settimana dopo che un assessore di Tito, in provincia di Potenza, il piccolo centro dove è nata e cresciuta, insieme al segretario comunale aveva officiato le nozze. Persino il tempo delle pubblicazioni è stato accelerato: 48 ore. Un amore senza confini quello di Marida e Vito, compagni da sempre, sposi per 8 giorni. Marida non avrebbe voluto che in paese circolasse la notizia. Ma la sua storia non poteva essere taciuta. Chi aveva seguito in assistenza domiciliare Marida, chi aveva conosciuto o anche solo incontrato una volta lei e Vito, non ha saputo trattenere l’emozione.

Il racconto di una testimone: Mariarosa Bellezza, che coordina i servizi di assistenza a domicilio che la cooperativa Auxilium organizza anche per i pazienti terminali, è stata una testimone di quel matrimonio. Racconta che Marida, 60 anni come il compagno, fino all’ultimo ha lavorato, in smartworking. «Diceva che il lavoro le riempiva le giornate – dice Bellezza – e quando ha capito che si stava aggravando, che il dolore aumentava e era vicina alla fine, ha detto che voleva sposare Vito, il suo compagno di sempre». E ha voluto accanto a lei gli operatori che l’avevano assistita, giorno dopo giorno. C’erano il medico, lo psicologo, gli infermieri, accanto alla mamma novantenne di Marida e agli amici intimi. Pe le sue nozze ha indossato un tailleur blu, con camicetta in tinta, si era truccata. «La stanza era stracolma di fiori bianchi e profumati. Tutti noi senza saperlo abbiamo scelto di donare alla coppia fiori».

Leggi qui l’articolo: BUONE NOTIZIE
Immagini