Avvenire, Auxilium con padre Zanotelli per dire #nonsonodaccordo

La cooperativa Auxilium con padre Zanotelli per dire NO agli accordi tra Italia-Libia nelle pagine del quotidiano Avvenire.

«Ancora una volta si è persa l’occasione per scrivere una pagina per la costruzione di un’Europa più solidale». Lo ha detto ieri monsignor Gian Carlo Perego, arcivescovo di Ferrara-Comacchio e presidente della
Fondazione Migrantes. «Ancora una volta – ha aggiunto il presule – saranno schiacciati i diritti dei più deboli e verrà ingannata l’opinione pubblica. La votazione di oggi (ieri per chi legge, ndr) a favore del
rifinanziamento della Guardia costiera libica è una pagina triste: se porta a prorogare uno stato di fatto che vede i respingimenti dei migranti in fuga da situazioni drammatiche e a non tutelare il diritto alla
protezione internazionale, tollera allo stesso tempo le violenze e le morti non solo in mare, ma anche nelle carceri».

Anche la Cooperativa Auxilium si è schierata apertamente contro il rinnovo degli accordi. E con una sua delegazione era ieri a Piazza Montecitorio, per partecipare al digiuno di giustizia in solidarietà con i migranti promosso da Padre Alex Zanotelli. Il fondatore della Cooperativa, Angelo Chiorazzo, ha detto: «Non possiamo far finta di non sapere che stiamo finanziando bande di trafficanti di esseri umani, che per procura impediscono a tante persone di mettersi in salvo. Non è questa l’Europa della rinascita solidale nella quale crediamo».

Immagini