Il Vaccine Day nella RSA Auxilium di Crispiano

Per il Vaccine Day, otto operatori e sette pazienti della RSA Auxilium di Crispiano sono stati vaccinati dal Dipartimento Prevenzione della ASL di Taranto.
Il 27 dicembre è ricordato come il una giornata che ha aperto alla speranza e alla responsabilità verso le persone più fragili. Durante il Vaccine Day, 8 operatori e 7 pazienti della RSA Auxilium di Crispiano sono stati vaccinati dal Dipartimento Prevenzione della ASL di Taranto.
“Questo è solo un inizio e speriamo sia possibile presto vaccinare tutti, infermieri, medici, OSS, ausiliari, addetti alle pulizie e naturalmente i nostri pazienti” dice Emilio Colangelo responsabile della RSA. Aggiunge Michelangelo Armenise, responsabile commerciale Auxilium: “Siamo grati alla Regione Puglia e all’ASL di Taranto per aver inserito la nostra RSA nel primo giorno di vaccinazioni. Il Vaccine Day è stato un segno di speranza e di fiducia per tutti”.
Il vescovo di Taranto monsignor Filippo Santoro, che ha partecipato alla mattinata e ha guidato un momento di preghiera, ha espresso il suo pensiero sulla ripartenza: “L’inizio della vaccinazione è l’inizio della soluzione. Oggi sappiamo che la precarietà causata dal Covid può aver fine, ma attenzione a non tornare come prima, distratti ed egoisti. Dobbiamo ripartire consapevoli dell’importanza dell’incontro e della cura degli altri”.
Insieme a monsignor Santoro c’erano anche il Sindaco di Crispiano Luca Lopomo, il direttore generale dell’ASL Taranto Stefano Rossi e il fondatore della Cooperativa Auxilium Angelo Chiorazzo, che ha detto: “Vaccinarsi è un atto di responsabilità e di amore verso le persone di cui ci prendiamo cura. Nelle RSA, nelle case di riposo, nell’Assistenza Domiciliare Integrata ci sono le persone più fragili. Con lo stesso impegno con il quale le abbiamo protette in questi mesi oggi vogliamo iniziare questa fase nuova”.
Il direttore generale Stefano Rossi ha usato parole emozionanti: “È stato giusto vivere questa giornata storica non solo con le strutture pubbliche ma anche con il privato che collabora con la ASL, come questa RSA stupenda e ben gestita da Auxilium. È stato meraviglioso vedere gli operatori, gli ospiti e anche sua eccellenza il vescovo vivere insieme questo momento di gioia e di speranza”.
Il direttore sanitario della ASL di Taranto, dottor Gregorio Colacicco, racconta: “Non poteva esserci testimonianza migliore per una giornata così importante di questo luogo, dove incontri anziani sorridenti, che vivono come in una famiglia”.
Riportiamo, con gratitudine, anche le parole del Sindaco di Crispiano Luca Lopomo: “Come amministrazione siamo orgogliosi che ci questo primo giorni di vaccini abbia interessato la nostra RSA, una struttura sanitaria esemplare, rimasta sempre libera dal Covid e che nella professionalità dei dipendenti rappresenta un’eccellenza che inorgoglisce tutto il nostro territorio”.
Nella mattinata c’è stata anche una bellissima sorpresa: a tutti gli ospiti e agli operatori della RSA è stato consegnato il biglietto di auguri natalizi fatto arrivare direttamente da papa Francesco e una copia dell’Enciclica “Fratelli Tutti”.
Immagini