Con il vaccino “simm a post”, l’invito di un’anziana signora in ADI con Auxilium

La signora Maria Luigia, 99 anni, assistita dell’ADI Auxilium in Basilicata, dopo aver ricevuto la seconda dose del vaccino ha espresso tutta la sua gioia per aver fatto il vaccino anti Covid, che gli consentirà di incontrare figli e nipoti con più serenità.

“Ma perché c’è qualcuno che rifiuta il vaccino?” Maria Luigia, 99 anni, assistita dall’ADI Auxilium nella sua casa di Tolve, in provincia di Potenza, non può alzarsi dal letto, ma insieme al medico e all’infermiera esprime tutta la sua gioia per aver fatto il vaccino anti Covid, che gli consentirà di incontrare figli e nipoti con più serenità. Lucidissima e simpatica, Maria Luigia nel video saluta e invita a vaccinarsi senza paura. Il suo buonumore è uno stupendo promo per la campagna vaccinale in Italia.

Ciò di cui si ha davvero bisogno sono i vaccini e di utilizzare al meglio le risorse professionali e umane che sono già presenti sul territorio. E’ urgente coinvolgere tutte le cooperative che si occupano di socio sanitario e di sociale nella campagna vaccinale, in particolare per immunizzare i più fragili e coloro che non si possono muovere da casa. Fin dal primo momento Auxilium si è resa disponibile per supportare la campagna vaccinale e, ad oggi, medici e infermieri dell’ADI Auxilium, insieme a quelli dell’Azienda Sanitaria di Potenza, hanno già vaccinato 1400 persone presso il loro domicilio.

Ogni giorno nei 131 comuni della Basilicata, nei borghi più piccoli e nelle case più isolate in montagna arriva l’Assistenza Domiciliare Integrata, che in Lucania si prende cura di oltre settemila anziani fragili, malati, disabili. Una rete che, insieme a quella dell’assistenza domiciliare sociale, non si è fermata mai, che conosce il territorio e può imprimere un cambio di passo nelle vaccinazioni.

GUARDA IL VIDEO:

Immagini