Porte aperte della cooperativa Auxilium

La cooperativa Auxilium ha aderito all’iniziativa dell’Ufficio nazionale di pastorale della Salute della Cei per far conoscere il lavoro che viene svolto al servizio della persona fragile.

La cooperativa Auxilium ha aderito con entusiasmo all’iniziativa dell’Ufficio nazionale di pastorale della Salute della Cei per far conoscere il mondo della riabilitazione, della disabilità e il lavoro che viene svolto al servizio della persona fragile.

Durante la giornata di sabato 13 ottobre 2018 tante strutture Auxilium hanno aperto le porte per l’Open Day, promosso dalla CEI. I visitatori sono rimasti sorpresi e commossi per il lavoro che viene svolto all’interno delle strutture ma la cosa più emozionante è stata che i primi a sentirsi coinvolti in questa bella iniziativa, a carattere nazionale, sono stati proprio gli ospiti delle RSA, delle case di riposo, dei centri diurni per disabili, delle Residenze psichiatriche riabilitative. Sentendosi a casa propria in molti casi sono stati proprio loro a voler ricevere i visitatori, mostrando il risultato del lavoro che viene svolto nei laboratori artistici o condividendo qualche attività della giornata.

Angelo Chiorazzo afferma: “L’iniziativa della Pastorale della Salute è molto positiva. Crediamo che giornate come quella di sabato siano importanti per promuovere una società inclusiva amica di chi soffre, che sia un anziano fragile, una persona con disabilità, malata o con un disturbo mentale. Come ci insegna Papa Francesco il grado di progresso di una civiltà si misura dalla capacità di custodire la vita, soprattutto nelle sue fasi più fragili”.

Immagini
Allegati
Download: Avvenire - 14.10.2018