La cura della libertà, la Cooperativa Auxilium a Perugia con Articolo21

La cooperativa Auxilium a Perugia con Articolo21 porta una testimonianza sul ruolo dell’istruzione e della scuola ai fini dell’inclusione.

Grazie ad Articolo21, a Paolo Borrometi e a Beppe Giulietti per aver invitato Auxilium all’Assemblea da loro promossa a Perugia nella Sala dei Notari, con l’obiettivo di trasformare la Carta di Assisi – che invita a non scagliare le parole come fossero pietre – nella prima carta europea per la libertà di informazione.

Angelo Chiorazzo, fondatore della cooperativa, ha presentato Boubuo Gadio, senegalese, mediatore culturale a Mondo Migliore, che ha spiegato come la lingua italiana apre la strada dell’integrazione. Poi è stata la volta di tre ospiti del centro di accoglienza sulla Via dei Laghi: la prima è stata Aliahmed Majdulina, una ragazza palestinese laureata in Giordania, che quest’anno si iscrive a Giurisprudenza all’Università di Roma, la quale ha sottolineato come paura e rancore verso i migranti siano spesso frutto di non conoscenza reciproca. Una constatazione che è evidente guardando Samson, otto anni, che frequenta la seconda elementare e Nashwa, una bambina pakistana, che ha detto di voler fare la poliziotta da grande “perché i poliziotti aiutano le persone in difficoltà”.

Angelo Chiorazzo – dopo aver raccontato come Auxilium cura l’aspetto scolastico in tutti i settori dove opera con i minori, dalle case famiglia, all’assistenza scolastica personalizzata per ragazzi disabili, ai centri accoglienza – ha espresso un primo commento sul decreto in materia di immigrazione, protezione internazionale e complementare: “Lo scorso anno ad Assisi c’eravamo lasciati con un augurio: che le due parole ‘accoglienza e comunità’, che davano il titolo all’incontro, andassero presto a sostituire il binomio ‘immigrazione e sicurezza’, profondamente sbagliato, che ha segnato il clima politico e sociale degli ultimi tempi. Il nuovo decreto del 5 ottobre non usa più quel binomio odioso e reintroduce la protezione umanitaria, solo che la definisce ‘protezione speciale’. Possibile che siamo arrivati al punto di vergognarci della parola umanità, e dell’aggettivo umanitario?”

Al panel è seguito un bellissimo incontro con il cardinale Gualtiero Bassetti, vescovo di Perugia e presidente della CEI.

GUARDA IL VIDEO INTEGRALE DELL’INTERVENTO DI AUXILIUM A PERUGIA

Immagini