La Cooperativa Auxilium partecipa a “La Via Pacis”

La Cooperativa Auxilium ha partecipato a “La Via Pacis” di Roma, in gemellaggio con Athletica Vaticana, con 100 persone migranti accolte a Mondo Migliore e al CARA di Castelnuovo di Porto.

Una mattinata entusiasmante di sport al servizio della pace, della fratellanza e del dialogo interreligioso. Tutto questo è stata la Run for Peace – con arrivo e partenza su via della Conciliazione – alla quale la cooperativa Auxilium ha partecipato, in gemellaggio con Athletica Vaticana, insieme a 100 persone migranti accolte a Mondo Migliore e al CARA di Castelnuovo di Porto. Accompagnati da Angelo Chiorazzo, fondatore della cooperativa e il direttore di Mondo Migliore Domenico Alagia.

“Lo sport è un linguaggio universale, che unisce tutti, e possiede anche radici profondamente religiose. Lo sport, come l’arte e la cultura, ci aiuta a ritrovare la nostra comune umanità” ha dichiarato il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura il quale, insieme alla FIDAL e al Comune di Roma ha organizzato questa straordinaria manifestazione sportiva, che ha visto la partecipazione di migliaia di persone.

La gioia dei bambini con i loro genitori è stata contagiosa, così come l’entusiasmo dei ragazzi migranti, invitati dagli organizzatori a partire in testa alla gara non competitiva con lo striscione Auxilium “con Papa Francesco per un mondo migliore”. Con loro, sulla linea di partenza, molti runner di Athletica Vaticana, tra i quali, con la maglietta gialla e bianca, anche i nostri Buba Jallow e Ansou Cisse alla seconda gara ufficiale tra le file della rappresentativa vaticana.

Monsignor Melchor Sánchez de Toca, sotto-segretario del Pontificio Consiglio della Cultura e presidente di Athletica Vaticana, ha spiegato che “l’evento è stato preparato insieme a fratelli di altre comunità con la volontà di costruire insieme qualcosa”. Per questo al via della manifestazione erano presenti il rabbino capo di Roma Riccardo di Segni, la presidente della Comunità ebraica Ruth Dureghello, l’imam Salah Ramadan della Moschea di Roma, il pastore metodista Tim Macquiban, padre Vladimir Laiba della Chiesa greco-ortodossa di San Teodoro, il presidente dell’Unione buddista Giorgio Raspa e monsignor Paolo Selvadagi, vescovo ausiliare della Diocesi di Roma.

Ha salutato i partecipanti anche la sindaca di Roma Virginia Raggi, che si è fermata con il gruppo Auxilium per una foto e un autografo sulla maglia della Run for Peace, insieme al capitano di Athletica Vaticana Michela Ciprietti, giunta terza al traguardo di questa bellissima gara, che è stata inserita dalla “Nelson Mandela Foundation” tra gli eventi internazionali commemorativi del centenario della nascita del leader sudafricano.

Immagini
Allegati
Download: Corriere della Sera - 23.09.2018