Dalle carceri in Libia a un Mondo Migliore

La cooperativa Auxilium accoglie cinquanta persone migranti provenienti dai centri di detenzione libici al centro Mondo Migliore.

Sono state accolte, dalla cooperativa Auxilium, al centro Mondo Migliore di Rocca di Papa, cinquanta persone tra i 160 migranti arrivati dalla Libia il 22 dicembre a Roma. I migranti erano tutti provenienti da centri di detenzione libici e selezionati dall’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati. Tra loro donne con bambini e anziani, presi in carico dal personale di questo centro di accoglienza di eccellenza dove possono sentirsi finalmente in salvo.

Padre Enzo Fortunato, direttore della Sala stampa del Sacro Convento di Assisi, ha scritto un articolo per la rivista San Francesco nel quale sintetizza il valore di questo passaggio con un corridoio umanitario dalla detenzione in Libia a un Mondo Migliore. Nel suo articolo padre Enzo Fortunato spiega: “Non sto qui a dirvi che sono state messe in atto le procedure di assistenza umanitaria e di richiesta di asilo. La parola d’ordine che echeggia è salvare persone, salvare altre persone. Tra i 50 migranti ospitati da Auxilium nel centro Mondo Migliore ci sono 27 donne, 21 bambini e due uomini. Le provenienze: Eritrea, Somalia ed Etiopia”.

In un altro passo scrive: ”Ma quello che vorrei raccontarvi è che abbiamo ascoltato storie vere di chi, trattenuto nei centri libici, stamattina si è svegliato dopo avere dormito per la prima volta in un letto e ha aperto le finestre della sua camera affacciandosi sotto il cielo di un paese libero. Ora attendono la notte di Natale di un bambino che per loro proclama la liberazione e a loro dona la Pace. Con la voce rotta dall’emozione, ci hanno detto che avevano mangiato per mesi e mesi solamente un pezzo di pane al giorno, e bevuto un goccio d’acqua saltuariamente. Per non parlare di donne “graffiate” dalla violenza di uomini senza scrupoli”.

“È stato significativo che questo ponte sul Mediterraneo per proteggere i più vulnerabili sia stato gettato il giorno che la nostra Costituzione compiva i suoi 70 anni”, ha dichiarato il 22 dicembre il fondatore di Auxilium Angelo Chiorazzo, che era tra le persone che hanno accolto le mamme con i loro bambini all’aeroporto militare di Pratica di Mare. Chiorazzo ha aggiunto: “Ancora una volta dobbiamo dire grazie soprattutto a Papa Francesco. Un grande grazie va anche al governo italiano, al ministero degli Interni e all’UNHCR, per aver mosso passi significativi su questa che è la strada giusta. L’unica strada per un’accoglienza dal volto umano”.

 

GUARDA IL VIDEO:

TG2000

TG2 

Immagini
Allegati
Download: San Francesco Patrono D'Italia