Dalla cura al prendersi cura. Auxilium al Long Term Care Two

Auxilium ha partecipato al Long Term Care Two, gli Stati generali delle cure di lungo termine, organizzati da Italia Longeva al Ministero della Salute, a Roma l’11 e il 12 luglio.

Il Long Term Care Two ha puntato i riflettori sulla sempre più pressante problematica delle persone con patologie a lungo decorso – e che quindi necessitano di assistenza “long-term” – proponendo un ripensamento dei modelli di organizzazione sanitaria. Italia Longeva (l’Agenzia del Ministero della Salute per le politiche sulla terza età, presieduta dal professor Roberto Bernabei) ha presentato una ricerca sull’Assistenza Domiciliare Integrata in Italia, che rappresenta una prima fotografia di questo settore strategico per il sistema sanitario nazionale. E dalla ricerca è emerso che il modello di Assistenza Domiciliare Integrata, elaborato e utilizzato con successo da molti anni in Basilicata, è quello che riscuote maggior apprezzamento da parte degli utenti. Ma questo è solo uno dei tanti dati positivi sul servizio ADI in Basilicata, da sempre all’avanguardia in Italia, svolto da Auxilium sull’intero territorio regionale per conto delle aziende sanitarie di Matera e Potenza. La ricerca è stata commentata alla presenza dei responsabili delle Aziende sanitarie e degli Assessorati alla Sanità di molte regioni italiane, tra le quali Basilicata, Lazio, Lombardia, Emilia Romagna. Francesco Montingelli, responsabile ADI di Auxilium, ha spiegato i punti di forza del modello utilizzato in Basilicata: un modello che parte dall’attenzione alla persona, che permette di curare l’anziano fragile, il malato cronico, il disabile, il malato oncologico, nel suo domicilio, tra i sui affetti, creando benessere al paziente e rendendo sostenibile il sistema sanitario. La Basilicata è l’unica regione in Italia dove viene applicato un unico modello di Assistenza Domiciliare Integrata e questo garantisce anche quel principio di equità che è alla base dell’erogazione del servizio da parte delle istituzioni. Angelo Chiorazzo fondatore Auxilium – presente con Nicola D’Aranno, vicepresidente, e una delegazione della cooperativa al Long Term Two – al termine della due giorni di convegno ha detto: “Voglio ringraziare ognuno degli oltre 300 operatori che lavorano nell’Assistenza Domiciliare Integrata in Basilicata: medici, infermieri, Oss, palliativisi, psicologi, fisioterapisti, amministrativi. È grazie al lavoro, alla professionalità e alla passione di ognuno che si raggiungono risultati così importanti. Un ringraziamento particolare va alle Istituzioni della Basilicata, perché hanno creduto in questo progetto che oggi pone la regione all’avanguardia nell’assistenza domiciliare in Italia”.

Immagini

Add Comment