Articolo21, Auxilium partecipa a “Parole non Pietre”

La cooperativa Auxilium ha partecipato a “Parole non Pietre”, la manifestazione dedicata alla Carta di Assisi contro il linguaggio dell’odio, promossa da Articolo 21 e dalla Federazione Nazionale di Stampa Italiana.

Auxilium ha partecipato a “Parole non pietre”, la grande manifestazione di tre giorni dedicata alla Carta di Assisi contro i linguaggi d’odio, promossa dalla Federazione nazionale stampa italiana e da Articolo 21. Un evento che ha coinvolto i rappresentanti di diverse confessioni religiose, della politica, della cultura e rappresentanti di categoria dei giornalisti come Raffaele Lorusso e Beppe Giulietti (rispettivamente segretario generale e presidente della FNSI), Guido D’Ubaldo, segretario del Cnog, e Roberto Natale.

Auxilium ha partecipato, nello specifico, alla seconda giornata insieme ad altre realtà che lavorano per contrastare i muri dell’odio e del razzismo. Infatti, Auxilium è stata invitata a raccontare la propria esperienza: “Oggi vogliamo far parlare tre ragazzi accolti a Mondo Migliore – ha detto Angelo Chiorazzo, che insieme a Domenico Alagia, Vito Novelli, Angelica Corleto e Milena Scutari, accompagnava il gruppetto di giovani ospiti del centro Mondo Migliore – perché basta guardare negli occhi questi ragazzi e ascoltare le loro storie di integrazione per abbattere ogni muro”. Dopo le semplici e bellissime testimonianze di Ermia, iraniano, Manassé, congolese e Adam, sudanese, Angelo Chiorazzo ha aggiunto: “Con l’attuale Governo i toni si sono abbassati, ma in Libia le persone migranti continuano a essere torturate e uccise. E in Siria la situazione peggiora. Il Governo ha fatto solo un corridoio umanitario ed è urgente che l’Italia e l’ Europa si muovano.”

Ma la manifestazione “Parole non Pietre” è stata anche l’occasione per bellissimi incontri, come quello con Vincenzo Mollica, che che ha ricevuto un riconoscimento insieme al regista Giuliano Montaldo. E anche l’incontro con i genitori, la sorella e la fidanzata di Antonio Megalizzi, giovane giornalista che credeva in un’Europa aperta e civile a cui noi siamo molto legati.

 

IL VIDEO DEGLI INTERVENTI DI ANGELO CHIORAZZO, MANASSE, ERMIA E ADAM.

Immagini