La cooperativa Auxilium riceve un importante riconoscimento da Articolo21

Il fondatore della cooperativa Auxilium, Angelo Chiorazzo, riceve un importante riconoscimento da Articolo21 per l’esempio dato a Mondo Migliore nei giorni dell’accoglienza dei ragazzi eritrei della Diciotti.

Auxilium riceve un importante riconoscimento ad Assisi nel corso dell’incontro “Le parole non sono pietre”, per l’esempio dato a Mondo Migliore nei giorni dell’accoglienza dei ragazzi eritrei della Diciotti (“mentre altri mostravano i pugni voi avete aperto le braccia” dice la motivazione). La premiazione è avvenuta nella Sala Stampa della Sacro Convento, dove si è tenuto un importante incontro sulla Carta di Assisi, manifesto sulle buone pratiche del giornalismo promosso da Articolo 21, Sacro Convento di Assisi, Ordine dei giornalisti, Fnsi, Usigrai, Tavola della Pace. Un manifesto per dire “no” all’imbarbarimento del dibattito pubblico.

Angelo Chiorazzo, nel ricevere il premio di Articolo 21 dalle mani di Paolo Borrometi, di Beppe Giulietti e di Padre Enzo Fortunato, ha affermato: “Non possiamo tollerare che in Libia centinaia di migliaia di persone, che hanno la sola colpa di desiderare una vita migliore, patiscano torture e violenze in veri e propri lager. Accogliere, proteggere, promuovere, integrare le persone migranti, come ci ha insegnato Papa Francesco, è un dovere. La nostra Patria può diventare anche la loro e se così non fosse non sarebbe la nostra patria. La Costituzione garantisce accoglienza a chi fugge da guerre, da miseria e da Paesi nei quali sono negati i diritti nei quali noi crediamo. Questo è il Paese che i nostri genitori e i nostri nonni ci hanno consegnato, con il loro grande lavoro e le loro sofferenze”.

GUARDA IL VIDEO:

 

Immagini